Arte a Domicilio nasce nel 2016 da un’idea di Denise Nigro e prende forma reale per la prima volta la sera del 26 novembre in via Fondazza a Bologna. L’evento pilota viene realizzato grazie al sostegno di amici e conoscenti, ma soprattutto grazie ai primi due artisti a Domicilio: Antonio Meli e Kasia Tarkovskj. L’esperienza positiva convince i presenti a continuare l’esperimento e dopo solo pochi mesi di ricerche il gruppo torna più numeroso e con tanti nuovi artisti.

Nella prima stagione, gli eventi AD sono stati ospitati in saloni-teatro, cucine-liriche e corridoi-sonori ed è iniziata la collaborazione con i microfoni di Radio Pratello. Ma è la seconda stagione quella che permette al gruppo di crescere ospitando nelle case bolognesi artisti emergenti nazionali ed internazionali, come Ali Beşikçi e Leonardo Gallato. Inoltre, il desiderio di coinvolgere altre realtà locali si realizza con l’evento finale “Te lo dico stasera”, organizzato in una dimora storica della città, grazie alla collaborazione di Taldég, start-up dedicata ai viaggiatori e alla valorizzazione dell’arte e della cultura locale. 

Nella terza stagione, gli eventi di Arte a Domicilio faranno parte della programmazione di TAZ e continueranno a coinvolgere artisti e cittadini e a trasformare i luoghi della città in zone d’arte temporanee.